Emilyn Ciocio nasce nel Texas nel 1976, gira il mondo insieme alla famiglia scoprendo nuove culture ed esperienze. Lavora principalmente come artista esponendo le sue opere in locali, gallerie e abitazioni private di Milano e Roma. La tecnica utilizzata è il décollage abbinata ad estratti di fumetti e locandine pubblicitarie di note riviste internazionali degli anni ‘50 e ‘60. Il tutto è rallegrato da oggetti di quotidiano utilizzo o vintage.

Mayala e Mayalita nascono a gennaio del 2011 da un gioco tra Emilyn Ciocio e un ingegnere elettronico, che hanno successivamente saputo coniugare l’eleganza raffinata del design con la valenza innovativa della tecnologia, dando vita ad un prodotto esclusivo e dal nome curioso. Kweli Design ha prodotto delle lampade dove l’assenza di scarti di lavorazione assume una funzione strategica. Sono rese magiche da soluzioni interattive per l’accensione e la regolazione dell’intensità luminosa: è inevitabile rimanerne affascinati ed innamorarsene a prima vista. Gli inediti intrecci cromatici proiettati sulla parete dai LED ad alta efficienza, creano suggestivi scenari di luce, diversi a seconda dei colori scelti, adatti ad ogni ambiente. Particolarità queste più che straordinarie, uniche, tali da permettere alla Lampada Mayala e Mayalita, le prime lampade interattive, di essere state selezionate tra le finaliste del concorso internazionale Lighting Design Awards.  

LE LAMPADE MAYALA: