Art Statement

 

133 Art Gallery’s Statement

 

Quasi sempre chi si avvicina al mondo dell’arte ci impiega anni prima di capire le regole del gioco.
Troppo spesso (proprio a causa dell’ambiguità in cui il sistema di valore e di valorizzazione dell’arte affonda le proprie radici), gli artisti si trovano implicati in giochi di potere o contrattazioni non propriamente ortodosse.
L’attuale e diffusa mancanza di chiarezza ci ha dato la giusta motivazione per redigere il nostro statement-manifesto, in cui elenchiamo le regole e i criteri che contraddistinguono il modus operandi di 133 Art Gallery a favore di una maggior tutela della qualità, del gusto, degli artisti e dei collezionisti.

 

Le pareti non si affittano, si conquistano;

Da noi non si effettuano mostre a pagamento, perché noi esponiamo solo quello che ci  piace e che riteniamo meritevole di supporto e attenzione

La bellezza salverà il mondo,

Ma intanto noi dobbiamo salvaguardare la bellezza (e quindi l’arte)

L’artista va difeso e supportato,

non sfruttato.

Onore al merito;

la nostra selezione si fonda sulla meritocrazia, e basta.

La trasparenza prima di tutto;

I prezzi delle opere sono sempre basati su quotazioni ufficiali, sull’esperienza, sul curriculum e sulla notorietà degli artisti