Alessandro Magli, in arte altroformato, nasce il 04-01-1977 a Desenzano del Garda ed è un artista visivo autodidatta. Con il diploma di geometra entra nel mondo del lavoro collezionando una serie considerevole di mansioni indifferenti. Fino a quando Nel 2005 lavora alla sceneggiatura e alla regia di due cortometraggi: “La Stanza del nuovo Giorno” ed a “Nudo come un verme”, e con quest’ultimo partecipa alle selezioni per la Scuola Nazionale del cinema di Roma. Inizialmente l’immagine è in movimento e il senso estetico esplode all’interno di una sfera di piacere letterale dove le ridondanze assumono i connotati del tempo. Stretto in un numero troppo chiuso, decide di rivisitare la propria idea, e con la maturità, l’immagine si evolve nell’espressione del ricordo, dove la dimensione dell’anima si concede alla vista. In questo, La fotografia s’intreccia alla realtà ed è proprio nella sovrapposizione degli spazi che si mostrano le incognite della materia. L’arte influisce sulle emozioni come il tempo sullo spazio ed è in questa condizione che il lavoro si massifica e lo sforzo si concentra. L’intento di cogliere un’emozione perduta è nel tentativo di aprire una breccia in un punto, una fessura che porta lo sguardo dell’uomo verso un campo visivo sempre più ampio.

 

ALCUNE OPERE: